top of page

E' ATTIVA L'ESENZIONE BOLLO PER SCORTE TECNICHE E ASA

E' stata resa nota in questi giorni la circolare del Ministero dell'Interno(*), indirizzata ai dirigenti dei Compartimenti di Polizia Stradale e per conoscenza alla FCI, con la quale si afferma l'esenzione del bollo per il rilascio ed il rinnovo delle abilitazioni di scorta tecnica o di addetto alle segnalazione aggiuntiva alle competizioni ciclistiche su strada.

Esenzione che si attiva quando la richiesta è presentata dalle società, associazioni sportive, federazioni sportive ed enti di promozione sportiva senza scopo di lucro e riconosciute dal Coni.

Restano escluse le società o associazioni sportive non dilettantistiche e le società commerciali autorizzate a svolgere servizi di scorta a titolo oneroso.

La circolare del Ministero dell'Interno offre anche i dovuti chiarimenti allegando il parere dell'Agenzia delle Entrate e il modello di inoltro delle domande che le società/associazioni dovranno utilizzare per i propri soci, i quali restano obbligati di predisporre e sottoscrivere la documentazione precedentemente prevista, rimasta inalterata.

L'esenzione non vale per le domande inoltrate individualmente, mentre restano invariate le forme ritiro degli attestati, che può avvenire direttamente dall'interessato o con delega scritta rilasciata a terzi.

In una certa fase alcune interpretazioni supponevano non sarebbe stato possibile esentare dal bollo il documento abilitativo, in quanto 'titolo personale', ma fortunatamente così non è stato.

Si è pervenuti quindi ad una soluzione di piena soddisfazione, con merito della Commissione Nazionale Direttori di Corsa e Sicurezza della FCI che ha portato avanti le proposte emerse dal proprio convegno di Riccione del novembre scorso e, particolarmente, del Ministero dell'Interno/Servizio Polizia Stradale, che ha successivamente presentato il quesito all' Agenzia delle Entrate, formulandolo con competenza ed efficacia persuasiva.

Un piccolo utile incentivo anche per la promozione delle figure della sicurezza, i cui costi per la formazione e l'aggiornamento non sono affatto trascurabili, anzi, forse un tantino alti per una attività di volontariato.


(*) Circolare Ministero dell'Interno/Servizio Polizia Stradale n. 300/STRAD/1/0000022009.U/2023 del 5.7.2023

4 visualizzazioni

Comments


bottom of page